Chiesa di San Liberale - Sacile

chiesa-san-liberale

Chiesa di San Liberale - Sacile

chiesa-san-liberale-sacile

Sorta sulla scia di un miracolo

La leggenda racconta che un giorno un contadino sacilese stava arando il campo con un paio di buoi: improvvisamente i due animali si inginocchiarono davanti ad alcuni resti di ossa umane rimossi dall'aratro.

L'evento fu ritenuto miracoloso al punto che sul luogo sorse - in onore a San Liberale confessore, protettore di Treviso - un capitello divenuto subito meta di fedeli da tutti i paesi vicini.

Nel 1683, al posto del sacello, venne innalzato un tempio e qualche anno dopo, nel luglio del 1694, furono qui traslate - dalle catacombe di Roma - le spoglie di un soldato romano, di nome Liberale, un pagano fattosi cristiano e morto martire della fede.
Nel 1917, nel corso dell''occupazione nemica, la chiesa fu profanata pertanto nel 1926 venne demolita e si provvide a ricostruire al suo posto l'attuale edificio con l'intento di farne un ossario per i caduti sacilesi della Grande Guerra. Il progetto, dovuto all'ing. Riccardo Bertoja è ispirato al famoso dipinto di Raffaello "Lo sposalizio della Vergine".
I lavori del nuovo tempio si protrassero per decenni e solo agli inizi degli anni sessanta venne aperto al culto.

loghi-turismo-alto-livenza