Palazzo Ragazzoni - Sacile

palazzo-ragazzoni-sacile

Palazzo Ragazzoni - Sacile

Testimone di antichi splendori

palazzo-ragazzoni-interni

Elegante palazzo cinquecentesco, che porta il nome delle ultime famiglie che lo abitarono, è forse l'edificio meglio rappresentativo del passato di Sacile. Fu edificato su un precedete fabbricato quattrocentesco intorno agli anni settanta del Cinquecento.
A volerne la riqualificazione fu l'illustre famiglia dei Ragazzoni, armatori e mercanti veneziani stabilitisi a Sacile per rafforzare le proprie proprietà terriere; il palazzo si configurava non soltanto come lussuosa dimora ma anche come luogo di convoglio delle produzioni e dei commerci.

Dell'antico impianto architettonico, oggi resta solo l'elegante nucleo principale, con le sue preziose facciate: quella che dà sul Livenza presenta una pentafora con davanzale all'altezza del piano nobile, mentre la facciata sulla strada evidenzia una trifora e una luminosa quadrifora con balaustre colonnate e fregi di gusto secentesco.

Nel cortile d'onore rimangono dodici statue in stucco della scuola di Alessandro Vittoria (1525-1608). All'interno sono conservati gli splendidi affreschi eseguiti a fine '500 dal celebre pittore manierista Francesco Montemezzano, artista della scuola del Veronese.
Il suggestivo ciclo pittorico consta di sei grandi scene inserite in pregevoli motivi decorativi e raffiguranti le glorie dei fratelli Giacomo e Placido Ragazzoni, con i sovrani del tempo: Maria Tudor, Filippo II di Spagna, Enrico III di Francia, Maria D'Austria, il Doge Venier e il Gran Visir di Costantinopoli.
Adiacente al salone in quella che non era la sua posizione originale, ma frutto di successive riduzioni della struttura del palazzo, si può ammirare una cappella privata, con pregevoli decorazioni a stucco dei primi del Settecento raffiguranti dei putti e motivi floreali.

affreschi-palazzo-ragazzoni

loghi-turismo-alto-livenza